Soci fondatori
e promotori






Progetti e/o attività svolte

I progetti Habitare rappresentano la missione principale della Fondazione. I progetti svolti sono stati:

1-Protocollo d’intesa con una famiglia in cui la fondazione ha attivato, a favore di un’anziana fiorentina disabile sola (“Con Leda”) , la propria rete informale di sostegno teso alla compagnia della persona e all’aiuto per il disbrigo di piccole pratiche. La fondazione ha individuato un nuovo tutore che si è occupato poi delle necessarie tutele per Leda.

2-Sono stati sottoscritti due contratti con due famiglie socie, che a fronte del conferimento di un immobile di proprietà, chiedono alla fondazione un progetto “dopo di noi” rivolto al familiare disabile. Da qui sono nate le esperienze di Casa Sarti ubicata a Sesto Fiorentino ( residenzialità in favore di 4 persone disabili maggiorenni rimaste senza genitori) e il progetto Casa Cuore ubicata a Sesto Fiorentino ( accoglienza temporanea di alcuni disabili per bisogni straordinari e laboratori sociali e ricreativi serali e nei week end)

3-Sono stati redatti due studi di fattibilità tesi alla realizzazione di tre appartamenti per il “ dopo di noi” di seguito indicati: Villa Guerrina ubicata nel Comune di Lastra a Signa prevedeva un progetto di residenzialità per far fronte alle richieste di emergenza che le famiglie spesso incontrano e un luogo dove effettuare laboratori e attività per persone disabili tesi allo sviluppo di autonomie e a formazione lavoro Casa Bernocchi, famiglia del Comune di Scandicci, con cui è stato progettato unitamente alla cooperativa Cepiss un appartamento per consentire alla sorella disabile una vita autonoma con altre persone.

Casa a Campi Bisenzio è uno studio redatto insieme al Comune e ad alcune famiglie socie per realizzare un appartamento del “dopo di noi” Tutti i progetti “Habitare” di cui sopra sono stati pensati ed elaborati a fronte di una fotografia dei bisogni prodotta da incontri individuali con le famiglie socie e portatrici di bisogni. Viene poi realizzato un business plan che vede risorse private, risorse pubbliche e sostenitori delle fondazione, intrecciati con sinergia di obiettivi e di forze per dare risposte sostenibili ed efficaci che non solo garantiscano i contratti sottoscritti con le famiglie ma anche il funzionamento della fondazione stessa.

La fondazione organizza periodi di vacanza nell'estate in primavera e per Capodanno: sono stati organizzati dall'estate 2012 sino all'estate 2018 coinvolgendo una quarantina di ragazzi/e in età compresa tra 18 e 40 anni. Sono state esperienze molto positive da cui sono scaturiti pensieri di sperimentare gruppi appartamento e/o di convivenza fra i ragazzi che si sono conosciuti in vacanza.